“Questa situazione, dove uomini si riuniscono alla difesa di una dottrina
che non sono capaci a definire scientificamente e ancor meno a dimostrare con rigore scientifico, tentando di mantenere il suo credito col pubblico attraverso la soppressione della critica e l'eliminazione delle difficoltà, è anormale e indesiderabile nella scienza".

 

W.H. Thompson

 

Citato da Maurizio Blondet, L'uccellosauro ed altri animali. La catastrofe del darwinismo, Effedieffe Edizioni, Milano 2002, 6.

 

 

 

“Noi difendiamo la scienza (evoluzionista/materialista) nonostante l'evidente assurdità di alcune delle sue affermazioni, nonostante essa non riesca a realizzare molte delle sue stravaganti promesse sulla salute e sulla vita, nonostante la tolleranza della comunità scientifica per delle favole immaginarie prive di verifica, perché abbiamo un impegno aprioristico, un impegno materialista. Non è che i metodi e le istituzioni della scienza ci obblighino ad accettare una spiegazione materialista dei fenomeni, ma al contrario, siamo costretti dalla nostra adesione aprioristica alle cause materiali a creare un apparato d'investigazione ed una serie di concetti che generano spiegazioni materialistiche; non importa quanto contro intuitive, non importa quanto mistificanti per i non addetti ai lavori. Non solo, ma tale materialismo è un assoluto, perché non possiamo aprire la porta al Piede Divino.”

Richard Lewontin, Billions and billions of demons, The New York Review, 9-1-1997, 31, in J. D. Sarfati, Confutare l'Evoluzione, Edizioni Aiso, Cinisello Balsamo 2009, 15