Una persona passeggia in un bosco e, all'improvviso, vede un aereo di linea in una radura. Il veicolo è perfettamente integro e funzionante, con tanto di motori, ali, serbatoi riempiti di carburante, cabina di pilotaggio con relativa ipercomplessa strumentazione, fusoliera ecc.

 

Ci sono ovviamente i finestrini, il bagno, i sedili ben odinati, i tavolini, le riviste, tovaglioli con il logo della compagnia, bibite e vari tipi di cibo (ognuno con su scritti gli ingredienti e la scadenza), fortunatamente non mancano nemmeno le isruzioni per un'eventuale emergenza, le mascherine, i giubbotti ecc. ecc.

Se la persona pensasse: "Toh, che caso, tutto questo è nato da solo. Nessuno lo ha costruito, si è formato per caso"...ovviamente tale persona sarebbe  da ricoverare.

Ebbene, una sola singola cellula è vari miliardi di volte più complessa di tutto quanto descritto.

Che dire allora dei vari tessuti, degli organi, degli organismi, delle piante, degli animali, di tutta la complessità dell'universo, dell'uomo?

 

A loro confronto il nostro supertecnologico aereoplano non sarebbe neppure un miliardesimo di millimetro di polverina invisibile persino al microscopio

Eppure per qualcuno, la vita, le cellule, l'universo, l'uomo, sarebbero nati per caso....

Siamo all'assurdo completo, al regno del non senso, al potere dell'antiscienza...